Articles

Stati Uniti di fronte a “un’altra potenziale crisi di confine sud-ovest” mentre Biden si insedia

I falchi e gli analisti dell’immigrazione avvertono che l’immigrazione illegale al confine meridionale rischia di aumentare dopo l’insediamento del presidente eletto Joe Biden, poiché una confluenza di fattori, sia economici che ambientali, ha

Già la squadra di Biden ha iniziato a tornare indietro alcune delle sue promesse di campagna per annullare una serie di politiche di immigrazione del presidente Trump nel “primo giorno”, mostrando preoccupazione per un previsto afflusso di migranti come disastri naturali e il coronavirus hanno devastato un certo numero di paesi dell’America centrale.

Ken Cuccinelli, vice segretario del Department of Homeland Security, prevede proprio in virtù del fatto che gli immigrati vedono Biden come più accogliente per i migranti di Trump che la nuova amministrazione è “probabile che la loro prima crisi umanitaria” causata dal democratico “effettivamente dire alla gente che sta per avere una politica di frontiere aperte.”

Mentre l’amministrazione Trump si snoda, i funzionari del DHS stanno lavorando per salvaguardare una serie di cambiamenti normativi del presidente e per continuare a fare progressi sul muro di confine meridionale, dice Cuccinelli.

“Continuiamo a costruire muro ad un ritmo furioso”, ha detto in una recente intervista con National Review. “Siamo a circa 415 miglia e contando. I contratti sono in atto per andare oltre gennaio 20 in modo che continuerà fino a quando non è in qualche modo legalmente fermato.”

Si aspetta che l’amministrazione Biden affronti qualche difficoltà nel tentativo di annullare gli ordini esecutivi di Trump.

“Non possono essere fatti automaticamente come abbiamo visto quando questo presidente ha cercato di farlo”, ha detto. “È stato citato in giudizio e fermato frequentemente. Quindi, ora devono convivere con tutta quella giurisprudenza di tutti quei giudici attivisti di sinistra messi in atto.”

I giudici hanno impedito a Trump di interrompere il DACA, attuando una nuova regola sull’uso del benessere da parte di potenziali immigrati legali e non rinnovando il programma di permesso di lavoro temporaneo protetto per alcuni immigrati clandestini.

“Penso che tu possa aspettarti di vedere un sacco di contenziosi, se un’amministrazione Biden tenta di annullare parti sostanziali dell’agenda Trump, e penso che ci vedrai avere successo in tribunale, ancora una volta, in gran parte a causa dei precedenti messi in atto durante l’amministrazione Trump. I tavoli saranno girati nei tribunali”, ha detto Cuccinelli.

Ha aggiunto che il presidente ha raggiunto “il massimo livello di cooperazione dai più grandi paesi di immigrazione illegale: Messico, Guatemala, Honduras, El Salvador.”

Jake Sullivan, la scelta di Biden per il consigliere per la sicurezza nazionale, ha detto al servizio telefonico spagnolo EFE che il democratico “lavorerà per annullare prontamente” Gli accordi di Trump con Guatemala, Honduras ed El Salvador che consentono alle autorità statunitensi di trasferire i richiedenti asilo in quei paesi.

Se quel rapporto andasse via, il governo si troverebbe di fronte a una “improvvisa incapacità del sistema” di ospitare i migranti.

“La gente non si rende conto che più di 2.000 persone al giorno attraversano illegalmente il nostro confine”, ha detto Cuccinelli. “La ragione per cui nessuno se ne accorge è perché possiamo rimpatriare l’ 85 o il 90 percento di loro molto rapidamente in questo momento sotto il Titolo 42.”

Il titolo 42 è l’ordine di sanità pubblica che consente agli agenti statunitensi di rinunciare alle normali procedure di asilo e di riportare rapidamente la maggior parte dei migranti in Messico, una politica progettata per mitigare la diffusione del coronavirus all’interno delle stazioni di confine e dei centri di detenzione.

L’ordine ha impedito che le strutture fossero sovraffollate, ma dopo che un giudice ha stabilito di recente che l’amministrazione Trump non può applicare l’ordine CDC ai migranti minori non accompagnati, ha iniziato a formarsi un arretrato, ha detto Cuccinelli.

“Quando si combina questa possibilità, con quello che è probabile dopo le vacanze per essere un diluvio di ciò che equivale a Joe Biden immigrati clandestini, che sta andando a causare problemi molto seri per l’intero sistema,” ha detto.

I valichi di frontiera erano in declino per la maggior parte del 2020, ma recentemente le detenzioni di migranti non autorizzati lungo il confine tra Arizona e Messico hanno iniziato a spuntare. Detenzioni nel mese di ottobre sono aumentati del 30 per cento rispetto a settembre.

Sarah Pierce, analista di politica del programma di immigrazione degli Stati Uniti presso il Migration Policy Institute, ha dichiarato a National Review che mentre lei e la maggior parte degli altri esperti prevedono un aumento dell’immigrazione al confine meridionale, l’attuale salita al rialzo è più indicativa di tentativi ripetuti rispetto all’aumento della migrazione.

“Prima che l’ordine del CDC fosse in vigore, ad esempio, se i migranti arrivassero al confine meridionale da El Salvador, e arrivassero e non avessero i requisiti per l’asilo, sarebbero stati sottoposti a rimozione accelerata, il che significa che saranno rapidamente deportati in El Salvador”, ha detto.

Il titolo 42, che ha permesso agli Stati Uniti di espellere circa 300.000 migranti da quando è stato messo in atto a marzo, ha anche aumentato la recidiva.

“Quindi parte di quell’ottica che sta accadendo al confine meridionale è un po’ artificiale, perché sono solo individui che sono stati respinti in Messico sotto l’ordine del CDC, e stanno cercando di attraversare il confine meridionale e ottenere di nuovo detenuti”, ha detto Pierce.

Ma ha aggiunto che se fosse parte della nuova amministrazione, la sua prima priorità in materia di immigrazione sarebbe quella di prepararsi per un’ondata al confine meridionale.

“Per molti anni, abbiamo visto un numero crescente di arrivi umanitari al confine meridionale, in particolare famiglie e bambini e abbiamo visto più e più volte, come le nostre risorse e procedure al confine meridionale sono mal equipaggiate per gestire queste popolazioni”, ha detto.

Ha aggiunto che c’è un aumento “più allarmante” dei migranti minori non accompagnati a causa dell’ordine del tribunale del Titolo 42.

” Abbiamo già visto un aumento dei bambini che arrivano prima, ora che non possono essere espulsi e invece devono essere trattati sotto il TVPRA, che consente loro di entrare nel paese per chiedere asilo per richiedere diversi benefici, è molto probabile che continueremo a vederli arrivare al confine meridionale.”

Lora Ries, ricercatore senior per la sicurezza nazionale presso la Heritage Foundation, ha fatto eco a questa previsione, dicendo a National Review che un’amministrazione Biden potrebbe facilmente trovarsi sbattuta dall’immigrazione in aumento, che ricorda ciò che l’amministrazione Obama ha affrontato in 2014 e 2016 quando un afflusso di migranti da El Salvador, Guatemala e Honduras si è

All’epoca, Obama ricevette critiche da entrambe le parti: i gruppi per i diritti umani hanno fatto saltare l’amministrazione democratica per aver bloccato famiglie e bambini e accelerato le deportazioni, mentre i difensori dell’immigrazione disapprovavano l’indennità di decine di migliaia di migranti per entrare e rimanere nel paese mentre i loro casi di asilo si facevano strada attraverso i tribunali, che può essere un processo lungo anni.

Ries prevede che l’immigrazione sotto un’amministrazione Biden sarà ” in gran parte simile a quella di Barack Obama.”

“Nel qual caso, i numeri di ogni categoria salirebbero”, ha detto. “L’immigrazione clandestina aumenterebbe.”

” La parola è uscita che Joe Biden sarebbe molto più lassista nell’applicazione dell’immigrazione e così i contrabbandieri lo usano per attirare i loro prossimi clienti ad attraversare il confine illegalmente”, ha detto. “Hai anche altri fattori in atto, tra cui COVID, che ha distrutto le economie dei paesi centroamericani e del Messico. Così tanti verranno qui per cercare lavoro.”

Tutti questi fattori hanno creato la tempesta perfetta e hanno lasciato il paese di fronte a “un’altra potenziale crisi del confine sud-occidentale”, ha detto.

La questione di quando Biden finirà i protocolli di protezione dei migranti, o “Rimanere in Messico” programma, giocherà un ruolo importante nella velocità con cui la migrazione aumenterà. Da quando la politica è stata introdotta l’anno scorso, ha lasciato alcuni richiedenti asilo 67,000 ad aspettare le loro audizioni sull’immigrazione in Messico.

Il programma ha contribuito a ridurre il numero di migranti che tentano di attraversare il confine e ha incoraggiato migliaia di migranti già al confine a tornare a casa.

Poiché il MPP non è codificato dal regolamento, Biden avrebbe il potere di abrogare immediatamente la politica.

“Se dovesse terminare immediatamente che sarebbe certamente riavviare le carovane, e la sua sicurezza nazionale sarebbe sopraffatto,” Ries ha detto. “Non lo vuole. Non credo che voglia il visivo e né vuole il mal di testa operativo di trattare con quello.”

Sebbene Biden avesse promesso in campagna elettorale di annullare il MPP nel ” primo giorno “in carica, i migliori consiglieri del presidente eletto hanno detto la scorsa settimana che non ritireranno immediatamente le restrizioni sull’asilo al confine messicano e altre politiche di immigrazione di Trump in quanto ci vorrebbe tempo per annullare il” danno ” causato dall’attuale amministrazione.

Sullivan ha detto a EFE che Biden non si muoverà immediatamente per porre fine al MPP, dicendo che mentre è stato “un disastro fin dall’inizio e ha portato a una crisi umanitaria nel nord del Messico”, che mettere in pratica la nuova politica richiederebbe tempo.

“Se e quando lo finirà, penso che vedremmo numeri enormi al confine”, ha detto Ries. “E quindi i numeri di asilo saltare rapidamente a causa di esso. Quindi, penso che vedremo aumenti graduali fino al punto in cui rimuove MPP, e poi salterebbe considerevolmente.”

Susan Rice, consigliere di politica interna in arrivo di Biden, ha recentemente dichiarato a EFE che il presidente eletto non terminerà immediatamente il Titolo 42, a causa di problemi di salute pubblica.

” La nostra priorità è riaprire il trattamento dell’asilo alla frontiera in modo coerente con la capacità di farlo in modo sicuro e di proteggere la salute pubblica, specialmente nel contesto della COVID-19. Questo sforzo inizierà immediatamente, ma ci vorranno mesi per sviluppare la capacità di cui avremo bisogno per riaprire completamente.”

“La capacità di elaborazione al confine non è come una luce che puoi semplicemente accendere e spegnere”, ha detto.

Migranti e richiedenti asilo “non dovrebbero assolutamente credere a coloro che nella regione vendono l’idea che il confine sarà improvvisamente completamente aperto per processare tutti il giorno 1.”

“Non lo farà”, ha detto Rice.

Mentre l’amministrazione prevede di “prendere alcune misure per cambiare le politiche subito”, ha detto, “altri prenderanno tempo per mettere in atto.”

” La situazione alla frontiera non si trasformerà durante la notte a causa in gran parte dei danni fatti negli ultimi quattro anni. Ma ci siamo impegnati ad affrontarlo in pieno.”

Questo segue un rapporto di NPR che molti del team Biden ritengono che gli attivisti per l’immigrazione siano diventati troppo “contraddittori” con richieste politiche che rendono la squadra “scomoda.”

Il team di transizione di Biden ha negato il rapporto.

“Questo inizia con il ripristino di ordine, di dignità e di correttezza per il nostro sistema e giorno,-azioni per ripristinare un giusto processo, per dare alle famiglie la possibilità di chiedere asilo, riattivare, DACA, e introdurre una legislazione in materia di immigrazione, che comprende un percorso di cittadinanza”, il team di transizione, ha detto in una dichiarazione, aggiungendo che Biden è “impegnata ad avere un dialogo aperto con i gruppi attraverso un ampio spettro, per garantire la sua amministrazione è soddisfare le esigenze della comunità.”

Ries ha avvertito che il DACA” mina lo stato di diritto “e” suscita il prossimo gruppo di immigrati illegali”, così come la promessa di Biden di approvare un’amnistia generale per l’intera popolazione di persone senza documenti che si trovano negli Stati Uniti, un gruppo che potrebbe essere ovunque da 11 milioni di persone a oltre 20 milioni, ha detto.

“Questo suona il campanello per i futuri immigrati clandestini, che poi sanno che se riescono a entrare negli Stati Uniti e aspettare, alla fine otterranno anche una carta verde”, ha detto.

Rice e Sullivan hanno detto a EFE che Biden farà fede alla sua promessa di introdurre immediatamente una legislazione per creare un percorso verso la cittadinanza per quelli negli Stati Uniti illegalmente.

I funzionari del team di transizione di Biden hanno dichiarato a dicembre che il presidente eletto sospenderà le deportazioni dall’interno degli Stati Uniti mentre “ordina” nuove politiche per l’immigrazione e l’applicazione doganale degli Stati Uniti.

Inoltre, Biden ha dichiarato di voler aumentare il tetto annuale di ammissione dei rifugiati a 125.000 in un anno, superiore a quello del presidente Obama, che ha portato quella cifra a 110.000 durante il culmine del conflitto siriano.

Ries ha detto che alzare il tetto allenterebbe gli standard di controllo in quanto il personale governativo avrebbe lottato per colpire quel numero operativamente. Nel frattempo, l’amministrazione Trump ha abbassato i massimali dei rifugiati ogni anno. Ora si trova al suo punto più basso, a 15.000.

” Un’amministrazione Biden dovrebbe fare una scelta difficile: se stanno per finire MPP, le carovane riprenderanno, le richieste di asilo salteranno, l’arretrato si gonfierà. Non può anche aumentare e soddisfare un tetto di rifugiati a 125.000″, ha detto. “È solo operativamente non fattibile.”

“Avrebbe bisogno di trovare una via di mezzo che sia gestibile e che non rinunci a un buon controllo di sicurezza e non annacqui il vantaggio di raggiungere solo un numero arbitrario che suona bene, ma non stai davvero aiutando quelli veramente nella paura”, ha detto.

Invia un suggerimento al team di notizie al NR.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.