Articles

Tre livelli di razzismo

Razzismo. Che ci piaccia ammetterlo o no, il razzismo esiste. Esistono tre livelli di razzismo: istituzionalizzato, mediato dalla persona e interiorizzato. Ciò che è ancora più difficile da accettare è che tutti partecipano – se è intenzionale o non intenzionale e se è dalla vittima o dal perpetratore. Il razzismo è comune nel mondo di oggi. La gente pensa che la razza riguardi la biologia, ma la razza non ha nulla a che fare con la biologia. È un’idea che la società ha attribuito alla biologia. In realtà, una razza non è biologicamente migliore dell’altra. In effetti, gli esseri umani sono la popolazione geneticamente più simile. Meno dello 0,1% della razza è spiegato dalla genetica. Quindi, se le differenze razziali non possono essere attribuite alla biologia, cosa causa le differenze tra le diverse razze? Questa domanda può essere risolta esaminando i tre diversi tipi di razzismo.

La prima forma di razzismo è il razzismo istituzionalizzato. Questo è ciò che crea le barriere strutturali nel nostro mondo. Questo tipo di razzismo è inazione di fronte al bisogno. È un accesso diverso all’assistenza sanitaria, al cibo, al trasporto ecc. Può essere visto in diverse leggi che vengono implementate. Può anche essere visto nella forza lavoro con diversi benefici e opportunità di lavoro. Il razzismo istituzionalizzato è il livello più fondamentale del razzismo. Una volta fissate le strutture, le altre forme di razzismo possono essere curate nel tempo. Questa forma di razzismo è stato avviato da eventi storici e periodi periodi, ma è continuato dal razzismo che si verifica ancora nel nostro governo, e allo stesso modo le nostre istituzioni.

La seconda forma di razzismo è mediata dalla persona. Questa è la forma più comune di razzismo e quella a cui la gente pensa quando pensa al razzismo. Questa forma di razzismo è ciò che mantiene le barriere strutturali perché ha comportato atti di pregiudizio e discriminazione. Sta facendo diverse ipotesi sulle capacità e le motivazioni di una persona in base alla loro razza. Sta anche dando un trattamento differenziale basato sulla razza di qualcuno. Questa forma di razzismo può essere intenzionale e non intenzionale. Ad esempio, può essere borsa stringendo, attraversamento della strada, o non seduto quando ci sono posti vuoti accanto a qualcuno di una razza diversa da te. Possono anche essere atti di omissione o commissione. Può essere mostrare sospetto, evitamento, mancanza di rispetto, dare scarso servizio e molte altre azioni pregiudizievoli. Questa forma di razzismo è uno che siamo tutti molto probabilmente colpevole di senza rendersene conto. Dobbiamo stare attenti a non fare supposizioni su razze diverse e garantire che le nostre azioni non siano discriminatorie.

L’ultima forma di razzismo è interiorizzata. Questo è quando la razza stigmatizzata crede a ciò che la società ha assunto su di loro, e agiscono secondo lo stigma che li circonda. Le razze accettano le limitazioni poste su di loro dagli altri e non credono in se stesse. Ad esempio, la sua ‘ decidere che non si sta andando a fare domanda per certo lavoro perché come una minoranza non credi che sei abbastanza buono per farlo. È questa forma di razzismo che consente al razzismo mediato dalla persona e al razzismo istituzionalizzato di prosperare. Distrugge il senso di valore di un individuo e mina l’azione collettiva. Riflette i sistemi di privilegio e i valori sociali. Le differenze sociali e l’ambiente hanno un forte impatto sullo stato di salute e il benessere delle razze di differenza. Le differenze razziali hanno poco a che fare con la biologia, ma più a che fare con lo stigma sociale e le differenze che circondano queste diverse razze. Comprendere le diverse forme di razzismo può davvero aiutarci a eliminare il razzismo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.