Articles

www.fibra-blog.Deinformazioni sulle reti in fibra

Introduzione

Le reti di comunicazione in fibra ottica stanno diventando sempre più popolari giorno dopo giorno. Tutte le reti aziendali e le reti di fornitori di servizi utilizzano la tecnologia di comunicazione in fibra ottica per servire in modo efficiente i loro utenti finali. Comunicazioni in fibra ottica sono anche facendo breccia nelle case degli utenti finali. Con l’avvento delle reti FTT-X, l’utilizzo di cavi in fibra ottica è aumentato esponenzialmente. Non è possibile avere una coppia di cavi in fibra dedicata per ogni collegamento in quanto richiederebbe molto spazio e i collegamenti sarebbero ancora sottoutilizzati.

Per rendere le comunicazioni in fibra ottica più efficaci ed efficienti, gli ingegneri hanno sviluppato una tecnica chiamata multiplexing che ha permesso a diversi segnali di viaggiare su un singolo cavo in fibra ottica senza interferenze. Multiplexing è ampiamente utilizzato nelle sue varie forme in tutti i metodi di comunicazione che sono attualmente in uso oggi.

OADM

Un multiplexer ottico add-drop (OADM) è un dispositivo critico che viene utilizzato nei sistemi di multiplexing a divisione di lunghezza d’onda per il multiplexing e l’instradamento di diversi canali di luce in o fuori da una fibra monomodale (SMF).È uno dei blocchi costruttivi fondamentali delle moderne reti di telecomunicazioni.

Componenti di OADM

Tradizionalmente, un OADM ha tre componenti principali che sono responsabili di svolgere il compito assegnato a un OADM. Questi tre componenti sono riportati di seguito:

  • > Ottico Demultiplexer
    • Ottica Demultiplexer separa il più delle lunghezze d’onda in fibra ottica e li dirige per la maggior parte delle fibre
  • Ottica Multiplexer
    • Il multiplexer ottico viene utilizzato per unire due o più lunghezze d’onda nella stessa fibra
  • Una serie di porte per l’aggiunta e l’eliminazione di segnali

Tipi di OADM

Ci sono due tipi principali di OADM, che sono ampiamente utilizzati in reti di comunicazione, vale a dire, Fisso OADM (FOADM) e Riconfigurabile OADM (ROADM). Un OADM con interruttori ottici riconfigurabili a distanza nella fase intermedia è chiamato OADM riconfigurabile (ROADM). Quelli senza questa funzione sono noti come OADM fissi. Gli OAMD fissi vengono utilizzati per eliminare o aggiungere singoli dati su canali dedicati e gli OADM riconfigurabili hanno la capacità di modificare elettronicamente il routing del canale selezionato attraverso la rete ottica. Mentre il termine OADM si applica a entrambi i tipi, è spesso usato in modo intercambiabile con ROADM.

Fixed Optical Add-Drop Multiplexer (FOADM)

FOADM utilizzano filtri fissi che aggiungono/rilasciano una lunghezza d’onda selezionata e passano il resto delle lunghezze d’onda attraverso il nodo. La tecnologia statica di lunghezza d’onda-filtraggio elimina il costo e l’attenuazione a demultiplex tutti i segnali di DWDM in un percorso del segnale. La soluzione è chiamata FOADM perché le lunghezze d’onda aggiunte e rilasciate vengono fissate al momento dell’installazione del filtro add/drop sul percorso ottico attraverso un nodo.

Reconfigurable Optical Add-Drop Multiplexer (ROADM)

Reconfigurable Optical Add-Drop Multiplexer (ROADM) sono utilizzati per fornire flessibilità nel reindirizzare flussi ottici, bypassando connessioni difettose, consentendo interruzioni minime del servizio e la capacità di adattare o aggiornare la rete ottica a diverse tecnologie WDM la mia configurazione elettronica dell’OADM per ottenere la funzionalità richiesta.

Non cercare il prodotto giusto – trovalo – solo qui in GBIC-SHOP. Fermati subito!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.